Search

Rifugio delle Odle-Geisleralm da Ranui: trekking ad anello in Val di Funes

Il sentiero di trekking che conduce al Rifugio delle Odle, Geisleralm in tedesco, è forse una delle escursioni più scenografiche tra le Dolomiti del parco naturale Puez-Odle. Il Rifugio delle Odle, situato a 1.996 metri di altitudine, è situato in una posizione privilegiata dal panorama ineguagliabile. Le pareti dolomitiche delle Odle, Geisler in tedesco, con le loro torri e guglie svettano improvvisamente al di sopra del bosco che delimita splendidi prati dal verde acceso.

In questo articolo vi racconteremo di una delle escursioni più belle da fare in Val di Funes, situata in provincia di Bolzano, che dalla località Ranui (frazione di Santa Maddalena) ci porterà a compiere uno splendido anello al cospetto delle Odle. Il Rifugio delle Odle-Geisleralm sarà solo la prima tappa, seguita poi da Malga Gampen e Malga Zannes, percorrendo un tratto del Sentiero Adolf Munkel Weg-Sentiero delle Odle. Partiamo!

rifugio delle odle geisleralm dolomiti
Il Rifugio delle Odle-Geisleralm (1.996 m.) al cospetto delle pareti dolomitiche delle Odle
Lungo il Sentiero delle Odle-Adolf Munkel Weg

Itinerario di trekking ad anello da Ranui al Rifugio delle Odle-Geisleralm, Malga Gampen, Malga Zannes

  • dal parcheggio presso il ristorante Waldschenke a Ranui (1.370 metri) si segue la strada forestale del sentiero 28, seguendo le indicazioni per Geisleralm-Rifugio Odle. Per raggiungere il rifugio ci sono diverse opzioni, deviando dal sentiero 28 sul sentiero 34 oppure 34A. Noi abbiamo seguito il 34A, ma entrambi i sentieri poi si ricongiungono per proseguire sul sentiero 34 per l’ultimo tratto fino al Rifugio delle Olde-Geisleralm (1.996 m. – 1 ora e 45 minuti di salita dal parcheggio)
  • dal rifugio si prosegue sul sentiero 34 raggiungendo la vicina Malga Casnago e proseguendo oltre in leggera discesa fino ad intercettare il sentiero 35, la “via delle Odle-Adolf Munkel Weg”, che costeggia i ghiaioni alla base delle Odle
  • proseguiamo sul sentiero 35 fino a riprendere l’ultimo tratto di salita che ci porta a Gampenalm-Malga Gampen (2.062 m. – 1 ora e 30 dal rifugio Geisler).
  • per chiudere l’anello seguiamo il sentiero 33 che conduce in discesa a Malga Zannes (1.680 m. – 1 ora da Malga Gampen) e poi fino al parcheggio Waldschenke (1 ora da Malga Zannes)
trekking rifugio delle odle geisleralm
Le splendide Odle-Geisler: sulla sinistra la cima appuntita Furchetta (3.025 m.), al centro l’imponente Sass Rigais (3.025 m.) e sulla sua destra il Piccolo Sass Rigais (2.882 m.). Sulla destra la Grande Odla (2.832 m.) e Sas de Mesdi (2.762 m.)

Percorso totale

  • Dislivello: 790 metri in salita ed altrettanti in discesa
  • Distanza: 16,2 chilometri.
  • Tempo di percorrenza: calcolate in totale circa 5 ore di cammino, escluse le pause
  • Punti di appoggio: Rifugio delle Odle-Geisleralm, Malga Casnago, Gampenalm, Malga Zannes
  • Difficoltà: il percorso non presenta particolari difficoltà, ed il dislivello è abbastanza contenuto. Il sentiero si sviluppa su larghe strade forestali sterrate nel bosco, ad eccezioni di alcuni tratti più stretti ma non impegnativi

Partenza dal parcheggio Waldschenke a Ranui

Il punto di partenza di questa escursione verso il Rifugio delle Odle si trova nella splendida Val di Funes, vicino al paese di Santa Maddalena. Qui troviamo la località Ranui, dove si può proseguire con l’auto fino al parcheggio del ristorante-baita Waldschenke: trovate la posizione esatta qui sotto

Il parcheggio non è molto grande e tende a riempirsi velocemente nei mesi estivi, per questo è consigliato arrivare molto presto la mattina. Il posteggio si paga presso una colonnina automatica (solo con monetine!) e costa 6 euro per l’intera giornata.

Sentiero 28 da Ranui verso il Rifugio delle Odle-Geisleralm

Il sentiero procede inizialmente in maniera molto tranquilla su una larga strada forestale che si inoltra nel bosco. Il sentiero 28 che parte dal parcheggio parte in leggera salita: ad un primo bivio si ignora la deviazione del sentiero 33 o 34, e si prosegue seguendo il numero 28. Al bivio successivo, seguiamo il segnavia numero 34A che continua la sua salita nel bosco tra i tornanti della stradina forestale.

Ad un certo punto, la vista tra gli alberi che si diradano ci mostra già uno splendido scorcio dolomitico verso le punte delle Odle:

sentiero 28: strada forestale al cospetto delle Odle
Al centro compaiono le 4 iconiche torri delle Odle, da sinistra: Grande Odla (2.832m.), Campanile di Funes (2.834m.), Grande Fermeda (2.873m.), Piccola Fermeda (2.640m.), sulla destra la parete chiara della Fermeda di Sotto (2.590m.)
sentiero 28: strada forestale al cospetto delle Odle
Ancora le 4 cime delle Odle a sinistra, la Fermeda di Sotto al centro e sulla destra compare anche Seceda (2.519 m.)

La strada forestale procede sempre in una salita mai troppo impegnativa, fino ad uscire dal bosco per sbucare nei verdi prati che anticipano la presenza del rifugio.

Qui la maestosità delle pareti delle Odle si mostra in tutto il suo splendore!

trekking rifugio delle odle geisleralm
Le splendide Odle-Geisler: sulla sinistra la cima appuntita Furchetta (3.025 m.), al centro l’imponente Sass Rigais (3.025 m.) e sulla sua destra il Piccolo Sass Rigais (2.882 m.). Sulla destra il Sas de Mesdi (2.762 m.) e la Grande Odla (2.832 m.)

Rifugio delle Odle-Geisleralm

Raggiungiamo così il rifugio delle Odle dopo 1 ora e 45 minuti di facile cammino in moderata salita (circa 600 metri di dislivello positivo). Il rifugio si trova in una posizione invidiabile e panoramica: vicino al rifugio si trovano infatti anche alcune sdraio di legno, nel Geisler-Kino, il “cinema delle Odle”, dove è possibile sdraiarsi per godersi il panorama.

Ovviamente il rifugio delle Odle costituisce una tappa obbligata per bere una buona birra (ottima pausa di trekking!) e per arricchire il nostro passaporto delle Dolomiti con un bel timbro!

Qui trovate il sito di riferimento del rifugio, per leggere i periodi di apertura aggiornati, in estate tendenzialmente da inizio giugno a fine settembre (https://www.geisleralm.com/it/rifugio-delle-odle.html)

rifugio delle odle geisleralm dolomiti trekking ad anello escursione
rifugio delle odle geisleralm
rifugio delle odle geisleralm con le pareti dolomiti odle sullo sfondo
rifugio delle odle geisleralm con le pareti dolomiti odle sullo sfondo
rifugio delle odle geisleralm birra
passaporto dolomiti rifugio delle odle geisleralm
panorama odle dolomiti da rifugio delle odle
Tutte le Odle-Geisler nella loro ampiezza: da sinistra la cima appuntita Furchetta (3.025 m.), al centro l’imponente Sass Rigais (3.025 m.) e sulla sua destra il Piccolo Sass Rigais (2.882 m.). Ancora più a destra destra Sas de Mesdi (2.762 m.), Grande Odla (2.832 m.), Campanile di Funes (2.834m.), Grande Fermeda (2.873m.), Piccola Fermeda (2.640m.)

Dopo la nostra pausa al rifugio delle Odle, seguiamo uno dei numerosi cartelli che indicano tutti i percorsi di trekking esistenti nella zona. Proseguiamo così sul sentiero 34 che procede nei prati al cospetto delle Odle, incontrando la Malga Casnago a breve distanza dal rifugio

malga casnago rifugio delle odle trekking dolomiti
Malga Casnago (1.996 m.)
odle dolomiti panorama sui verdi prati casnago
Ancora il panorama verso le Odle occidentali fino a Seceda sulla sinistra
rifugio delle odle geisleralm prato fiorito

Adolf Munkel Weg – il Sentiero delle Odle

Ad un certo punto il sentiero 34 incrocia il sentiero 35, da cui seguiamo le indicazioni verso Malga Gampen-Gampenalm. Proprio questo tratto di sentiero è una parte del percorso Adolf Munkel Weg (Weg significa “sentiero”) o Sentiero delle Odle. Il sentiero è dedicato ad Adolf Munkel, primo presidente del Club Alpino tedesco, Deutscher Alpenverein, della sezione di Dresda nel 1873. Tra gli obiettivi della DAV (Deutscher Alpenverein) c’era quello di creare nuovi sentieri e rifugi nella zona del Tirolo meridionale, tra cui proprio questo sentiero ai piedi delle Odle, inaugurato nel 1905.

Il sentiero è estremamente suggestivo, sviluppandosi ai piedi dei ghiaioni dolomitici e così a ridosso delle ripide Odle.

sentiero 34 prati di casnago al cospetto delle odle
adolf munkel weg sentiero delle odle escursione
Lungo il sentiero Adolf Munkel Weg: ai piedi della Furchetta (3.025 m.)
sentiero adolf munkel weg escursione pareti dolomitiche odle
odle dolomiti: sentiero adolf munkel weg
Furchetta, sulla sinistra, e Sass Rigais, al centro
pareti dolomitiche odle: sentiero adolf munkel weg

Malga Gampen-Gampenalm

Il sentiero 35, o Adolf Munkel Weg, si snoda così senza grosse difficoltà in leggera salita fino alla Malga Gampen (2.062 m. – 1 ora e 30 minuti dal rifugio delle Odle). Per raggiungere la malga, si prosegue sempre sul sentiero 35, ignorando la deviazione all’incrocio tra sentiero 35 e sentiero 6.

Gli splendidi pascoli verdi abbracciano questa piccola malga, con la vista che si apre verso un’ulteriore salita che porterebbe fino al Rifugio Genova ed al Col di Poma, che ci ricorda una nostra escursione invernale con le ciaspole di un paio di anni fa (Escursione con le ciaspole al Col di Poma in Val di Funes)

malga gampen dolomiti odle
I verdi pascoli che circondano la Malga Gampen: in alto a sinistra la croce del Col di Poma-Zendleser Kofel (2.422 m.)

Questa volta tuttavia ci fermiamo qui, ed estraiamo dallo zaino i nostri panini da gustare in questi ampi prati, dove si trovano anche un paio di panchine.

Dopo il pranzo al sacco, cominciamo a deviare per chiudere il nostro percorso ad anello. Seguiamo così il sentiero 33 che ci regala ancora splendidi panorami nelle distese di verde fiorito che ci circondano:

prato fiorito malga gampen verso malga zannes val di funes
panorama odle dolomiti val di funes
Le iconiche Odle con i ghiaioni dolomitici alla loro base
prato fiorito ai piedi delle odle

La discesa lungo il sentiero 33 conduce facilmente a malga Zannes dove si attraversa l’ampio parcheggio per continuare poi a camminare nella strada forestale che si inoltra di nuovo nel bosco (sempre su segnavia 33). Da qui, in continua discesa, torniamo al parcheggio dove abbiamo lasciato la nostra auto (circa 2 ore da malga Gampen).

Termina così questo splendido e panoramico percorso di trekking al Rifugio delle Odle in Val di Funes: se siete alla ricerca di altri itinerari nella zona per ammirare i profili delle Odle, non possiamo non consigliarvi il percorso che conduce a Seceda. Scoprite di più a questo link: Trekking a Seceda da Praplan-Santa Cristina in Val Gardena

Traccia GPS

  • anteprima caricata su Komoot:
Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close

Travel - Adventure - Life

Made by Focus On Trips.
© Copyright 2021. All rights reserved.
Close
Don`t copy text!