Search

Rifugio Stevia: trekking nelle Dolomiti del Puez in Val Gardena

Il sentiero di trekking che conduce al Rifugio Stevia, a 2.312 metri di altitudine, rappresenta una porta di accesso al meraviglioso scenario delle Dolomiti del Gruppo del Puez. Il rifugio Stevia è situato in una posizione estremamente panoramica nel cuore del Mont de Stevia, con la vista catturata dai gruppi dolomitici di Cir, Sella e Sassolungo.

Tra le cose da fare se vi trovate in Val Gardena, il sentiero di trekking che parte da Selva (di Val Gardena) vi condurrà lungo una salita scenografica caratterizzata da ambienti rocciosi unici. Da Selva di Val Gardena possiamo intraprendere questo itinerario da Daunei (situato poco sopra il paese), oppure anche dal punto di imbocco della Vallunga.

Un sentiero dal panorama emozionante, che attraversa un piccolo altipiano erboso frastagliato, da cui possiamo ammirare numerose torri e cime aguzze dei profili dolomitici. Partiamo allora a descrivere in questo articolo come arrivare al Rifugio Stevia da Selva di Val Gardena!

Steviola altipiano panoramico Dolomiti
Verso il Rifugio Stevia, presso la sella erbosa della Steviola: la vista si apre verso il Gruppo dolomitico del Sella (sulla destra) ed il gruppo del Cir sulla sinistra (sopra Passo Gardena)

Come raggiungere il Rifugio Stevia da Selva di Val Gardena (Daunei o Vallunga)

  • nel nostro caso abbiamo seguito il sentiero che parte dal parcheggio posto all’inizio della Vallunga, con un primo tratto di sentiero 26, che ci conduce a Daunei (in circa 40 minuti)
  • da Daunei (frazione di Selva di Val Gardena) poi seguiamo il sentiero 17A (se parcheggiate o arrivate in bus a Daunei, partirete direttamente da qui) fino alla Furcela S. Silvester (1 ora da Daunei) e poi il sentiero deviamo sul sentiero 17 fino al Rifugio Stevia (20 minuti dalla Furcela S. Silvester)
  • variante per il ritorno: per non percorrere la stesa via dell’andata (sentieri 17+17A+26), possiamo, dalla Furcela S. Silvester, proseguire verso destra lungo il sentiero 17, che conduce fino al rifugio Juac. Da qui poi seguiamo il sentiero 3 che ci riporta a Daunei
scorsi dolomitici rocciosi gruppo puez
Panorama dolomitico dal Rifugio Stevia, con la cresta delle punte aguzze del Cir al centro dello sfondo

Percorso totale:

  • Nota: qui indichiamo i dati del nostro percorso, partendo dalla Vallunga. Considerando l’itinerario con partenza da Daunei, dovremmo considerare circa 3 km in meno, con un centinaio di metri di dislivello in salita e discesa in meno (calcolate in totale, come tempistica, circa 1 ora in meno)
  • Dislivello: 770 metri in salita ed altrettanti in discesa
  • Distanza: 9 chilometri
  • Tempo di percorrenza: calcolate in totale circa 4 ore per il percorso andata/ritorno completo (pause escluse)
  • Difficoltà: il percorso può essere considerato di difficoltà media complessivamente, come dislivello e distanza. Tuttavia lungo il sentiero 17A, prima di raggiungere la spianata erbosa della Steviola, il sentiero si restringe e diventa ripido ed esposto in alcuni punti. La stessa situazione si verifica sul sentiero 17, tra la Furcela S. Silvester e il Rifugio Stevia. Non si tratta di punti eccessivamente problematici, ma è necessario comunque passo sicuro ed è doveroso prestare molta attenzione
sentiero 17 rifugio Stevia
Sentiero 17
sentiero 17 rifugio Stevia
Sentiero 17
rifugio stevia da daunei

Partenza dalla Vallunga

Nel nostro caso siamo partiti dalla Vallunga perché abbiamo trovato il parcheggio Daunei completamente occupato (in una domenica mattina di fine luglio). Ci siamo così diretti verso il parcheggio Vallunga, situato sempre a Selva di Val Gardena. Trovate la posizione esatta qui sotto:

Da qui possiamo infatti collegarci alla partenza del sentiero di Daunei. Ma, prima di dirigerci verso Daunei, muoviamo i primi passi in questa vallata così affascinante che si presenta di fronte a noi. La Vallunga si presenta come un lungo solco che si addentra tra le Dolomiti del gruppo del Puez. Una vallata meritevole di una visita in tutte le stagioni, con la nostra mente che ne rispolvera i ricordi durante le nostre escursioni nella sua versione invernale ed autunnale.

Imbocchiamo poi il sentiero 23, poco prima di una deviazione posta nei pressi di una piccola chiesetta (si tratta di una cappella dedicata al patrono del bestiame San Silvestro). Camminiamo così lungo il tranquillo sentiero 23, che si sviluppa ai piedi delle imponenti pareti dolomitiche del Monte Stevia che ci sovrastano.

Daunei

Una volta raggiungo il parcheggio di Daunei, deviamo sul sentiero 17A che procede nel bosco con una traccia che sale leggermente, guadagnando a mano a mano pendenza. Al limitare del bosco, la salita diventa più decisa ed il sentiero si restringe, disegnando delle strette curve.

Ci troviamo ora a ridosso delle pareti rocciose della Stevia, con la salita che si fa decisamente ripida. In alcuni punti il sentiero diventa anche leggermente esposto e sono richiesti passo fermo e sicuro.

sentiero 17A salita verso Steviola
sentiero 17A salita verso Steviola

Steviola / Furcela S. Silvester

L’ultimo tratto di ripida salita ci fa sbucare su di un piccolo verde altipiano, che sembra quasi spuntare da nulla. La vista si are così notevolmente di fronte a noi, e vediamo per la prima volta il Rifugio Stevia in lontananza.

spianata erbosa Steviola Dolomiti del Puez
Pendio erboso della Steviola, con in alto a sinistra il rifugio Stevia che compare alla vista (con, alle sue spalle, il Col dala Pieres, 2.747 m.)

La vista panoramica che ci circonda abbraccia ora le splendide cime dolomitiche del gruppo del Sella e del gruppo del Cir. Soprattutto il profilo aguzzo e frastagliato di quest’ultimo risalta in primo piano:

panorama dalla Steviola Dolomiti Cir e Sella
Al centro le vette del Gruppo del Cir. Alle loro spalle, il Passo Gardena

Il sentiero procede così con una comoda traccia nel verde pendio, muovendosi in una prospettiva dalla quale il panorama trasmette un senso di ampiezza, pienezza e di libertà.

Steviola altipiano panoramico Dolomiti

Dopo un tratto di cammino sul verde pendio, il sentiero si stringe nuovamente, approcciando il limitare delle pareti rocciose che scendono a picco sotto di noi. Un tratto di discesa ci fa così scendere dal verde pendio della Steviola, per portarci di nuovo a ridosso delle pareti del Monte Stevia.

Siamo nel tratto in cui il sentiero 17A lascia poi spazio al sentiero 17, prendendo una deviazione nei pressi della Furcela S. Silvester.

sentiero 17 verso rifugio Stevia
Sentiero 17, con il sentiero 17A che si intravede in fondo al centro. La serpentina che vediamo al centro scende dalla piana erbosa della Steviola che si sviluppa in alto a sinistra.

Questo tratto di percorso è quello in cui è necessario prestare maggiore attenzione, dato che il sentiero si stringe e diventa esposto in alcuni punti. Le pareti rocciose si precipitano ripide al di sotto del sentiero ed è quindi necessario procedere con cautela.

sentiero 17 verso rifugio Stevia
sentiero 17 verso rifugio Stevia

Rifugio Stevia

Dopo un ultimo tratto di salita lungo il sentiero 17, raggiungiamo così il verde spiazzo nel quale si trova il Rifugio Stevia, a 2.312 metri di altitudine, nel cuore dell’omonimo alpeggio. Un rifugio tipico e dalla cucina tradizionale, che accoglie nei suoi dintorni numerosi animali in una piccola “fattoria” a cielo aperto. Una sosta è d’obbligo, con le nuvole che ci circondano e si raggruppano attorno alla cima del Sassolungo di fronte a noi

rifugio Stevia Dolomiti Puez
Il rifugio Stevia, con la vista verso il Sassolungo (coperto dalle nubi) alle sue spalle

Dalla posizione panoramica del rifugio la nostra vista può spaziare ampiamente, ammirando da una nuova prospettiva tutte le cime che ci hanno accompagnato nel corso della salita, tra i gruppi dolomitici di Cir, Sella e Sassolungo.

scorsi dolomitici rocciosi gruppo puez

Se poi proseguiamo per un breve tratto lungo il sentiero 17, in leggera salita oltre il rifugio, ci addentriamo con lo sguardo verso il cuore del gruppo del Puez, in un fantastico panorama roccioso

Il Col dala Pieres, in un assaggio del magnifico paesaggio roccioso delle Dolomiti del gruppo del Puez

Dal sentiero 17 si potrebbe infatti proseguire nel cammino fino alla Forcella Piza, per poi scendere al rifugio Firenze e rientrare a Daunei tramite un passaggio al rifugio Juac. Per mancanza di tempo, oggi perdiamo in questo magnifico panorama roccioso (ma avremo modo di rifarci in una delle prossime escursioni) e scegliamo di rientrare a Daunei e poi al parcheggio della Vallunga tramite lo stesso sentiero dell’andata (da percorrere con estrema cautela perché alcuni ripidi passaggi possono risultare insidiosi in discesa)

Termina così questo splendido percorso di trekking verso il Rifugio Stevia. Se questo articolo vi è piaciuto, lasciateci un commento qui sotto oppure seguiteci sui social (Instagram, Facebook, Pinterest)!

Se siete alla ricerca di altre escursioni nella zona delle Dolomiti del Puez vi consigliamo di visitare questa sezione del nostro blog, dove abbiamo raccolto i percorsi di questa categoria Focus On Trips – Dolomiti Gruppo Puez Odle oppure nella Val Gardena

Traccia GPS

Link per scaricare la traccia GPS del percorso di trekking al Rifugio Stevia da Selva di Val Gardena sul portale outdooractive.com:

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close

Travel - Adventure - Life

Made by Focus On Trips.
© Copyright 2021. All rights reserved.
Close
Don`t copy text!