Search

Escursione primaverile dal lago di Carezza alla Baita Häusler Sam

Il Lago di Carezza è una meta incantevole per un’escursione in tutte le stagioni: in primavera i colori delle sue acque si risvegliano dal torpore invernale e sanno regalare dei riflessi unici e meravigliosi. E’ per questo che a maggio inoltrato e verso la fine della primavera ne approfittiamo per percorrere un’escursione dal lago di Carezza alla Baita Häusler Sam. Un percorso che si sviluppa ai piedi delle imponenti pareti delle Dolomiti del Gruppo del Latemar, che all’inizio del sentiero si specchiano nelle acque del Lago di Carezza.

Ci troviamo in Val d’Ega in provincia di Bolzano e lungo la strada che ci collega al passo di Costalunga e alla Val di Fassa, il Lago di Carezza, situato a 1.540 metri di altitudine, rappresenta una tappa obbligata. Oltre alla classica passeggiata che percorre il giro del lago, è consigliabile immergersi nei numerosi sentieri che circondano il lago, verso il cuore dei boschi di abeti da cui spuntano le torri rocciose del Latemar.

Per questo ci dirigiamo dal Lago di Carezza verso la Baita Häusler Sam, solitamente aperta proprio a partire dagli ultimi week-end del mese di maggio (trovate maggiori dettagli di seguito nell’articolo). Il comodo e facile sentiero si sviluppa in un bosco da cui ammiriamo le Dolomiti del Latemar ed anche dello splendido Gruppo del Catinaccio.

escursione lago di carezza primavera baita haeuslersam
Sentiero verso Baita Häusler Sam: compare l’iconico profilo del Catinaccio con in alto a destra la cima della Roda di Vael ed al centro la più alta Cima Catinaccio con la Croda di Re Laurino

Cominciamo allora a descrivere in questo articolo come arrivare alla Baita Häusler Sam partendo dal Lago di Carezza in questa escursione di primavera inoltrata. Partiamo!

Come raggiungere la Baita Häusler Sam dal Lago di Carezza: itinerario di un’escursione in primavera

  • dal Lago di Carezza (1.540 metri) cominciamo a seguire il sentiero nr. 8 (denominato anche “Sentiero delle Perle/Alpine Pearls/Templweg”) che si addentra nel bosco del Latemar, fino a sbucare poi in alcuni ampi e verdi prati
  • da qui proseguiamo sul sentiero 8 fino ad incontrare una chiara deviazione (situata prima dell’Hotel Bewaller) dove svoltiamo a destra seguendo le indicazioni marcate con una “S” per il sentiero Samweg, fino alla Baita Häusler Sam (1.550 m – circa 2 ore di cammino dalla partenza dal lago di Carezza)
  • per il rientro al lago possiamo ripercorrere il percorso dell’andata, oppure effettuare una variante: all’incrocio tra sentiero Samweg e sentiero 8, ci dirigiamo verso l’Hotel Bewaller percorrendo un breve tratto del sentiero nr. 9. Da qui saliamo poi a sinistra lungo il sentiero nr. 21A, deviando poi subito nuovamente a sinistra all’incrocio con il sentiero nr. 14. Questo tratto di salita ci porta così a percorrere il sentiero 14 che si snoda parallelo al sentiero 8 dell’andata, solo ad un’altitudine maggiore, e lo seguiamo fino al Lago di Carezza
escursione lago di carezza latemar primavera
Il Lago di Carezza con il profilo del gruppo del Latemar sullo sfondo
sentiero 14 baita haeusler sam lago di carezza

Percorso totale:

  • Dislivello: 390 metri in salita ed altrettanti in discesa
  • Distanza: 12,9 chilometri
  • Tempo di percorrenza: calcolate in totale circa 4 ore per il percorso completo di andata e ritorno (pause escluse)
  • Difficoltà: il percorso non presenta particolari difficoltà. Il sentiero è molto tranquillo e largo, percorrendo nella maggior parte del tragitto una strada forestale che si segue agevolmente
  • Nota-1: Punti di appoggio: la Baita Häusler Sam è solitamente aperta nel periodo primaverile a partire dal terzo o quarto week-end di maggio (e resta poi aperta nei mesi di maggio e giugno solo il sabato e la domenica, poi tutti i giorni a partire da luglio). Per informazioni dettagliate e sempre aggiornate sui periodi di apertura e chiusura vi invitiamo a consultare il loro sito web (https://www.almgasthaus-haeuslersam.com/it)
  • Nota-2: Bastoncini da trekking consigliati – Per un’escursione di trekking di questo tipo consigliamo l’utilizzo dei nostri fidati bastoncini da trekking Cober Poles, del modello Tamus (li trovate nello shop online Cober a questo link (cliccate qui). I Tamus li troviamo adatti ad ogni tipo di terreno, ma soprattutto su sentieri che cominciano ad essere un po’ impegnativi in termini di salita. Per questo il modello Tamus ci supporta con la sua ottima stabilità ed al tempo stesso la sua flessibilità, essendo un modello ripiegabile facilmente.
escursione baita haeusler sam lago di carezza
Verdi prati tra i boschi del Latemar, con il Corno d’Ega (2.799 m.) che svetta in alto a destra

Partenza dal Lago di Carezza per raggiungere la Baita Häusler Sam

Il punto di partenza di questa nostra escursione primaverile è il lago di Carezza, raggiungibile in vari modi con i mezzi pubblici, come spiegato in questa pagina del sito web della Val d’Ega (https://eggental.com/it/dolomiti-natura/lago-di-carezza/come-ci-arrivo-lago-di-carezza)

Altrimenti possiamo lasciare l’auto:

Lago di Carezza in primavera

La partenza del sentiero si snoda proprio a partire dalle sponde del lago di Carezza, che ammiriamo in tutte le sue sfumature di blu più scuri e riflessi di un chiaro turchese. Le pareti di chiara roccia dolomitica del gruppo del Latemar svettano imponenti sopra al lago, con le cime ed i ghiaioni ancora carichi dell’ultima neve primaverile. Le torri e cime aguzze e frastagliate del Latemar rappresentano uno dei profili più iconici ed emozionanti tra le Dolomiti della zona.

lago di carezza escursione primavera
lago di carezza escursione primavera
escursione primaverile lago di carezza baita haeuslersam
Il Lago di Carezza con il profilo del Latemar sullo sfondo: al centro le due cime principali con lo Schenon del Latemar (2.801 m.) a sinistra ed il Cimon del Latemar (2.842 m.) a destra

Indugiamo a lungo in questo primo tratto di sentiero, rapiti dalla bellezza del lago, dai colori delle sue acque e dalle pareti dolomitiche che lo circondano.

Dopo aver costeggiato il lago per un primo tratto, seguiamo poi le indicazioni per il sentiero nr. 8 (denominato anche “Sentiero delle Perle/Alpine Pearls/Templweg”, che ci porteranno a costeggiare la strada per un breve tratto, per poi tuffarsi in una strada forestale nel cuore dei boschi di abeti del Latemar.

Baita Häusler Sam

Il bosco si presenta ancora carico di un’atmosfera di transizione tra due stagioni, mentre la luce del sole comincia sempre di più a scaldare l’aria. Quando poi il sentiero sbuca fuori dal bosco, ci troviamo immersi in verdi ed ampi prati, con il sole che ora splende completamente in cielo. In questo tratto di sentiero, la vista cambia prospettiva e ci mostra un altro versante del Latemar, da cui sbuca il Corno d’Ega

escursione baita haeusler sam lago di carezza
Verdi prati tra i boschi del Latemar, con il Corno d’Ega (2.799 m.) che svetta in alto a destra
sentiero 8 escursione dal lago di carezza
In alto a sinistra notiamo la cima imbiancata della Pala di Santa ed al centro il profilo del Corno Nero
sentiero 8 escursione dal lago di carezza con latemar sullo sfondo

Da qui, una deviazione lungo il sentiero S “Samweg” ci conduce fino alla Baita Häusler Sam, nostra meta odierna. Nel verdo alpeggio Häusler Sam si respira un’atmosfera di pace e tranquillità, con la vista che spazia dal Latemar al Catinaccio. Qui ci si può rilassare all’aperto nella terrazza soleggiata oppure sulle sdraio che si trovano vicino ad un parco giochi per bambini con un piccolo zoo di animali.

Baita Haeusler Sam

Una sosta presso la Stube interna è d’obbligo, dove si possono gustare numerose prelibatezze e specialità locali.

Ritorno

Rinvigoriti dalla pausa alla Häusler Sam, scegliamo di cambiare itinerario per il nostro rientro al Lago di Carezza, non prendendo la stessa via dell’andata. Nel primo tratto ripercorriamo lo stesso sentiero “S” del’andata fino al bivio con il sentiero nr.8, per poi cambiare direzione svoltando verso l’Hotel Bewaller sul sentiero 9.

sentiero escursione primavera lago di carezza scarponi dolomite
Panchina presso il crocevia di sentieri tra il sentiero 8, sentiero “S” e sentiero 9 che seguiamo al ritorno
sentiero 8 e sentiero 9 lago di carezza

Dopo aver superato l’Hotel Bewaller, saliamo a sinistra lungo il sentiero nr. 21A, deviando poi subito nuovamente a sinistra all’incrocio con il sentiero nr. 14. Ci troviamo così a percorrere un sentiero parallelo a quello dell’andata, che si sviluppa ad una quota leggermente superiore. Il sentiero si allarga poi fino a diventare una strada forestale, che ci riconduce direttamente al lago di Carezza, con numerosi scorsi che si aprono sulle cime del Catinaccio, come in queste foto

sentiero 14 baita haeusler sam lago di carezza
panorama catinaccio dolomiti
Profilo dolomitico del Catinaccio sullo sfondo, con la protagonista Roda di Vael al centro

Termina così questo splendido percorso di un’escursione primaverile alla Baita Häusler Sam dal Lago di Carezza nelle Dolomiti del gruppo del Latemar. Se questo articolo vi è piaciuto, lasciateci un commento qui sotto oppure seguiteci sui social (Instagram, Facebook, Pinterest)!

Se siete alla ricerca di altre escursioni nella zona del Latemar in Val d’Ega vi consigliamo di visitare questa sezione del nostro blog, dove abbiamo raccolto i percorsi di questa categoria Focus On Trips – Val D’Ega oppure qui Focus on Trips – Categoria -Latemar

Traccia GPS

Qui trovate il link per scaricare la traccia GPS del percorso di trekking di un’escursione primaverile dal Lago di Carezza alla Baita Hausler Sam sul portale outdooractive.com:

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close

Travel - Adventure - Life

Made by Focus On Trips.
© Copyright 2021. All rights reserved.
Close
Don`t copy text!