Search

Passo Lavazè: escursione invernale a Malga Costa

Una splendida e facile escursione invernale al Passo Lavazè vi permetterà di immergervi tra boschi innevati e bianche distese, con le Dolomiti costantemente sullo sfondo.

Il Passo Lavazè, situato tra la provincia di Bolzano e quella di Trento, separa la Val d’Ega altoatesina dalla Val di Fiemme trentina. Il Passo Lavazè (a 1.808 metri di altitudine) si trova in una posizione panoramica invidiabile, verso le vicine Dolomiti di Latemar, Sciliar e Catinaccio, così come gli iconici profili del Corno Nero e Corno Bianco. Inoltre verso ovest la vista spazia nel gruppo delle sterminate cime delle Alpi Venoste, includendo alcuni dei principali profili che sovrastano la Val d’Adige e la stessa Val Venosta.

Partiamo così per una splendida escursione nella neve da Passo Lavazè verso una delle tipiche malghe che lo circondano, Malga Costa-Liegalm, ed il suo bianco panorama che la caratterizza!

distese innevate passo Lavazè
Corno Nerop e Corno Bianco da Passo Lavazè
Corno Nero (sulla sinistra) e Corno Bianco (a destra), con in mezzo il Passo Oclini

Malga Costa-Liegalm da Passo Lavazè: itinerario di un’escursione invernale

  • dal parcheggio gratuito situato nei pressi del Passo Lavazè, ci muoviamo verso il punto d’ingresso delle piste da sci di fondo. Proprio qui troviamo numerosi cartelli che indicano tutte le possibili escursioni invernali, tra cui quella che si dirige verso Malga Costa-Liegalm
cartello malga costa
  • seguiamo così i cartelli da Passo Lavazè (1.808 m.) a Malga Costa (1.737 m.), percorrendo il tracciato che ricalca il sentiero nr. 9. La traccia è costituita da neve battuta e si percorre facilmente seguendo una larga strada forestale, prestando attenzione in quei punti dove si attraversano le piste da sci di fondo.
passo lavazè bianco paesaggio

Percorso totale:

  • Dislivello: 170 metri in salita ed altrettanti in discesa
  • Distanza: circa 7 chilometri
  • Tempo di percorrenza: calcolate in totale circa 2 ore (stando larghi) per andata e ritorno
  • Difficoltà: il percorso non presenta particolari difficoltà. Il percorso si presenta molto comodo e con un dislivello contenuto. Da prestare particolare attenzione ai tratti eventualmente ghiacciati (sempre consigliati i ramponcini) oppure in periodi di forti nevicate (per cui potrebbe essere necessario l’utilizzo delle ciaspole – abbiamo percorso questo itinerario a gennaio 2024 dopo una nevicata ma il sentiero era percorribile e ben tracciato per il cammino anche senza le ciaspole)
  • Sicurezza, situazione neve e valanghe: il sentiero è molto tranquillo e non attraversa pendii ripidi o pericolosi. In ogni caso è sempre necessario consultare prima di partire per sicurezza la situazione delle neve e valanghe: per le zone di Trentino-Alto Adige e Tirolo, potete consultare questo sito https://avalanche.report/bulletin/latest
    • ricordiamo inoltre l’obbligatorietà dal 1° gennaio 2022 di munirsi del kit pala+ARTVA+sonda per praticare attività fuori dalle piste da sci ed attività escursionistiche anche con racchette da neve, citando la norma, “in particolari ambienti innevati laddove, per le condizioni nivometeorologiche, sussistano rischi di valanghe
  • Punti di appoggio:
    • il primo di ristoro/appoggio di questa escursione invernale è ovviamente la Malga Costa-Liegalm (contatto: 342 365 4343) la malga è aperta nel periodo invernale, tendenzialmente dal periodo pre-natalizio
passo lavaze escursione invernale
La Pala di Santa che sovrasta le distese del Passo Lavazè

Partenza da Passo Lavazè

La nostra facile escursione di oggi ci conduce gradualmente, dal parcheggio del centro di sci di fondo del Passo Lavazè, verso il limitare del bosco. Parcheggiamo la nostra auto nel primo grande parcheggio gratuito che si trova appena superato il passo, nei pressi della Malga Daiano, trovate la posizione esatta qui sotto:

Gli alberi innevati sono carichi di neve e creano uno scenario incantevole di pura meraviglia. Addentrandosi poi nel bosco, il sentiero si snoda con un facile sali-scendi che si affronta senza fatica, per poi farci sbucare in alcune bianche ed ovattate distese di neve.

sentiero passa lavaze invernale

La neve ci circonda ed il sentiero prosegue in leggera discesa, per poi affrontare alcuni tornanti di salita seguendo il percorso della strada forestale estiva. Qui il bianco candido della meraviglia invernale non riesce del tutto a sopperire alla mancanza di numerosi alberi, sradicati dalla tempesta Vaia del 2018. L’ecosistema naturale risente ancora di quel passaggio, nonostante il percorso si tuffi poi nuovamente in alcune zone di bosco più fitto, per rivelare bianche vedute verso il Corno Nero e Corno Bianco, che svettano alle due estremità del vicino Passo Oclini.

Corno Nerop e Corno Bianco da Passo Lavazè

Procediamo lungo il sentiero in un tracciato che si caratterizza sempre come una leggera discesa, tranne alcuni tratti di salita lungo un paio di tornantini della strada forestale.

Il sentiero è caratterizzato infatti principalmente da larghe tracce su neve battuta, concedendoci però anche varie digressioni nella neve fresca appena caduta, dove i nostri bastoncini invernali che utilizziamo abitualmente, i PowPow di Cober Poles ci supportano nell’incedere senza farci perdere l’equilibrio, riuscendo a non sprofondare nella neve grazie alla loro rotella invernale in dotazione.

bosco innevato Passo Lavazè
bosco innevato passo lavaze

A mano a mano che il sentiero procede da Passo Lavazè verso Malga Costa, il panorama si apre verso le iconiche cime dei Gruppi dolomitici di Catinaccio e Latemar, che sbucano al di sopra del bosco.

dolomiti da passso lavaze
Le pareti dolomitiche del gruppo del Latemar (sulla destra) e Catinaccio (in fondo a sinistra)

Malga Costa – Liegalm

panorama catinaccio da passo lavazè
Vista verso Latemar (a destra), Catinaccio (al centro) e Sciliar (in fondo a sinistra), mentre in primo si notano le tristi tracce del passaggio della tempesta Vaia ed i suoi alberi sradicati

La segnaletica è sempre ben presente e ci conduce facilmente verso la Malga Costa-Liegalm, che sorge nel mezzo di un’ampia distesa di neve, da cui la vista spazia fino alle Dolomiti del Gruppo del Catinaccio. Malga Costa ci offre un caldo e gustoso riparo in queste giornate invernali, nonostante il sole di gennaio risplenda oggi in un cielo che per alcuni tratti si tinge di un limpido e freddo azzurro.

malga costa passo lavaze invernale
Malga Costa – Liegalm (1.737 m.)

Entriamo in malga per un pranzo tipico, e la vista si perde facilmente dalle finestre verso le vicine e chiare pareti dolomitiche del gruppo del Latemar, così cariche di neve come ancora non le avevamo mai viste in questa stagione.

sentiero invernale innevato malga costa
sentiero invernale malga costa

Ripercorriamo poi i nostri passi del tragitto d’andata, per tornare al Passo Lavazè in un’atmosfera invernale che piano piano assume nuovi colori. Il sole cala molto presto dietro alla linea delle cime imbiancate, lasciando una scia infuocata nel cielo. Una scia che si tinge di viola ed alcune sfumature rossastre, al di sopra del bosco e al di sopra delle cime, per propagarsi completamente intorno a noi, quasi accompagnandoci sulla via di casa con un ultimo messaggio.

panorama tramonto passo lavaze

Termina così questo splendido itinerario di un’escursione invernale al Passo Lavazè: se questo articolo vi è piaciuto, lasciateci un commento qui sotto oppure seguiteci sui social (Instagram, Facebook, Pinterest)!

Se invece vuoi lasciarci un piccolo contributo puoi offrirci simbolicamente una bevanda calda in uno dei nostri rifugi di montagna preferiti tramite il sito Ko-Fi. Così facendo ci puoi aiutare nel mantenimento del nostro sito web!

Se siete poi alla ricerca di altri itinerari per ciaspolate invernali vi consigliamo di visitare questa sezione del nostro blog, dove abbiamo raccolto i percorsi di questa categoria:

Focus On Trips – Ciaspolate (cliccate qui)

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close

Travel - Adventure - Life

Made by Focus On Trips.
© Copyright 2021. All rights reserved.
Close
Don`t copy text!